La mia libertà

Quanto al figlio Oliviero, che conosco benissimo anche lui, la mia opinione è più vaga. Forse perchè facciamo due mestieri diversi.
Io, infatti, faccio il fotografo. […]
Tra i cavalli di battaglia delle sue “provocazioni”, c’è anche che in confronto alla fotografia pubblicitaria e di moda, la fotografia di guerra , per esempio, è molto più facile. Basta che arrivi lì e le foto le trovi belle e fatte. Basta guardare le foto di Capa, McCullin, Natchwey, solo per citare alcuni di questi approfittatori della facilità o di quelle centinaia di coglioni che, come Robert Capa, facendo il loro mestiere ci sono persino morti. […]
Magari mi sbaglio, ma ho il sospetto che questo troppo ostentato disprezzo di Toscani per il fotoreportage abbia origine piuttosto in non risolti complessi psicanalitici nei confronti del padre. Forse ha anche lui dei dubbi sulla sua qualità di fotografo, forse addirittura sul fatto che sia davvero un fotografo. Del resto, in questo bizzarro paese, fotografo è stato per anni definito, anche nelle aule di tribunale, uno come Fabrizio Corona, che nella sua vita una fotografia non l’ha mai fatta. […]
Grande pubblicitario, geniale inventore di dispositivi di comunicazione.
Piccolo fotografo.

2012

Estratto da Obiettivo ambiguo – Ferdinando Scianna, fa un ritratto di Oliviero Toscani

Il titolo di quest’articolo mi piace tanto. Perchè cita una canzone del Maestro, Franco Califano, e poi perchè segna un cambio in questo blog. Da oggi metto le maiuscole. L’idea di non metterle, adesso lo posso rivelare, era un omaggio ad uno dei miei scrittori preferiti, Charles Bukowski. E mi affascinava l’idea di complicarmi un pò la vita, proponendo una infrazione delle regole ortografiche. Ma ora, basta, anche perchè certe cose che leggo, impongono assolutamente le maiuscole, e magari anche qualche punto esclamativo.

Ho deciso di proporre quell’estratto in apertura per omaggiare certe sicumere che trovano spazio solo su internet. Gli assolutisti e, in genere, tutti gli ismi non  mi sono mai piaciuti. Ed ecco che quando ho letto che Oliviero Toscani sarebbe il fotografo più importante di tutta la storia della fotografia Italiana, dimenticando con la tipica faciloneria da web certi signori come Mario Giacomelli, Ugo Mulas, Luigi Ghirri, ho messo in dubbio la cosa limitandomi semplicemente a riportare che il Maestro Scianna lo definì un piccolo fotografo.

In questo estratto il Maestro, come potete leggere, non le manda certo a dire. Ora, io non ho niente contro Toscani, anche se certamente ho memoria di molta fotografia italiana che è imprescindibile e arriva prima di lui, non solo per una questione temporale, ma credo che una preferenza possa essere espressa senza appunto gli ismi, tipici di chi è fanatico.

Insomma, chiunque è libero di credere che un alfiere della fotografia Italiana sia Toscani, posso anche accettare che qualcuno mi venga a dire che la fotografia Italiana l’abbia inventata il creativo di Benetton, ma certamente andrò sempre contro chi si propone come depositario della verità assoluta.

Se ancora, comunque, non fosse chiaro, io sto con Scianna.

 

Annunci

3 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...