La valigia dei luoghi comuni

Non ci sono più le mezze stagioni! Ma anche in fotografia, o meglio, nella fotografia su internet, in tempi di social, i luoghi comuni si sprecano, e i loro cantori li riconoscete subito. Con approccio da mezzo troll, per fare il polemico interessante, l’intelligente, ma di fatto, chi li utilizza si appoggia a frasi fatte, argomenti triti e ritriti, postati più volte nel corso dell’anno, che piaceranno a chi si illude di andare controcorrente come “l’autore”.

Niente di nuovo sotto il sole, ma che sicuramente riceverà likes perchè poi il fine ultimo è sempre e solo quello. Io mi sono divertito a farne un elenco, e a memoria, ne ho trovate 10:

  • non scrivete niente, pensate a fare foto
  • il problema di questo mondo è chi scrive photographer dietro il suo nome e cognome
  • c’è troppa street in giro*
  • la fotografia è morta, in tempi di digitale
  • il fotogiornalismo è morto
  • la fotografia a pellicola non è morta! (film no dead)
  • Henri Cartier-Bresson è mio padre (sostituite Bresson con qualcunque altro nome di maestro)
  • pagami il giusto perchè ho speso tanto in attrezzatura fotografica!
  • ma come la mettiamo con la privacy?
  • tirare fuori il non fotografare di Ando Gilardi per argomentare

 

*generalmente detta da un fotografo di strada che posta in milioni di gruppi almeno una volta al giorno.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...