Realtá ricreata

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
dal progetto Reality Remade, 2011*

Osservare….un istante…però, prima…provare a immaginare…immaginare un mondo vuoto di luce…senza occhi che lo osservano…perchè, a volte, le cose non esistono o sono nel caos…in un enorme senza senso…PERCEZIONE…talvolta in un’immensa oscurità, dove non possiamo muoverci nè comprendere…senza possibilità di cambio, nè di trasformazione…già, allora…allora è necessario vedere…osservare…SPAZIO…aprire i nostri occhi e lasciare che tutto ciò che abbiamo si possa riempire, guardare e comprendere il nostro spazio…quello che siamo…chi sei?… e comprendere quello che le cose sono…ricreare quello che vediamo…la percezione… l’arte visiva delle immagini vive…il nostro osservare mette a posto…MUTAZIONE…aggiunge…ricrea…inventa…rompe…dissolve…muta…muta forma e contorno…contorni indistinti…le cose che vediamo ci parlano attraverso il nostro osservare, del nostro mondo emotivo, di noi stessi…di quello che vediamo…non possiamo separare quello che vediamo da quello che sentiamo, da quello che siamo…chi sei tu?…i nostri occhi…il nostro osservare…IL REALE…è reale quello che vediamo? Cosa vedi? Che stai vivendo?

Il mondo può essere fatto in un altro modo? LA LUCE…Impariamo dai nostri occhi a capire il mondo, il mondo è in essi…il vedere è nell’ infinito…la luce illumina le cose, le scolpisce, noi osserviamo questo spettacolo, giorno dopo giorno…però…quando siamo dietro al mirino della nostra fotocamera, le cose cambiano perchè la luce è implacabile, ci dice che ci sono altre cose in più oltre a quelle che vediamo naturalmente coi nostri occhi, allora il mondo si moltiplica, la nostra emotività si aggiunge alla perspicacia della lente, ci mostra quello che naturalmente noi possiamo vedere…un istante…un colpo in un istante…distante…vicino…dentro… dentro la catena degli istanti…si creano frammenti…frammenti che tui crei…o ti illudi di creare…il mistero…l’improbabile…l’impensabile…l’invisibile…quello che non conosciamo ma intuiamo.

…la fotocamera ci parla di quello che naturalmente ci sfugge, di quello che non possiamo fermare…osservare…meditare…comprendere…è l’occhio che cattura altri mondi e la possibilità di altri sentimenti, uno sguardo intelligente…attento…divino…di luci profonde…é con la fotocamera che gli esseri si trasformano…tu li trasformi?

Viaggiano, si muovono, vanno e vengono, si moltiplicano, riempiono il mondo, lo popolano…usa il flash…muovi la fotocamera…FANTASMA…uno scenario da ammirare…le ombre si riempiono di sostanza, le luci si frammentano…si decompongono…si ricompongono…il fantasma passa rapido…infrangerà i tuoi limiti?

INFRAMONDO…Bianco e nero, nero e bianco…corpi attraverso…arredo urbano…flebile apparizione…una realtá ricreata…attraversa l’ombra per arrivare alla luce…la silhouette va in un’altra direzione rispetto all’ombra…le ombre si muovono sugli oggetti…le ombre hanno vita propria…sono entitá diverse dai loro padroni…non lo vedi? Allora nel mondo si muovono vari mondi che fanno leggi insolite…leggi proprie…non le tue…qualsiasi cosa è possibile…è qui la forza della scrittura degli istanti che è la fotografia…scrittura o lettura? Marea di grigi o di colori che si adattano al sottile sguardo di un istante d’ eterno.

Realtá ricreata.

* pubblicato su spontanea, witness journal

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...