Pane al pane, vino al vino

Stufo di questa merda ogni volta che i fotogiornalisti ingannano, truffano, manipolano e si impegnano in un comportamento falso, quando vengono beccati (frase chiave, sono ancora giornalisti, è la scoperta della truffa che improvvisamente li rende artisti) Loro molto facilmente cambiano e affermano “Sono un artista, non sono un giornalista”. Come se dovremmo scusare qualsiasi comportamento abominevole o che questo fornisca una licenza per fare un lavoro in maniera disonesta. L’arte non ti dà la libertà di manipolare e ingannare il soggetto, né il pubblico; il punto è interagire con il mondo in modo sincero, per assorbire completamente le regole dell’universo e trovare un modo per commentare in modo responsabile, creativo ed onesto.

Conosco molti, molti artisti che sono molto più trasparenti, veritieri e responsabili di questo ciarlatano e McCurry e di tutti gli altri bastardi là fuori (secondo World Press Photo, circa il 20%…)

– Donald Weber
Perchè la notizia di oggi è che su instagram, Souvid Datta, ladrone patentato si definisce Story Hunter. Un pò come quando beccato McCurry si definì Storyteller.
E come non apprezzare, dunque, queste parole che mi sono permesso di tradurre? Ci sarà sempre quello che verrà fuori a dirci di rispettare McCurry, tipo quella frigida che si arrabbiò molto con me per un articolo che scrissi proprio qui sopra. Ma sapete una cosa? E’ ora di finirla di celebrare gente in virtù di quello che hanno fatto in passato. Perchè se fai una cazzata anche in veneranda età, quella cazzata l’avrai commessa comunque, nonostante il peso della storia professionale che può essere importante.
E smettiamola anche di pensare che se attacchi un dato comportamento lo stai facendo per invidia. No, no…se rimuovi pali, oggetti, soggetti e lo stai facendo sotto l’ala accogliente della fotografia documentaristica sei una FRODE. Uno SCHERZO. Un CIARLATANO.
Se poi, come nel caso di Souvid Datta, stacchi soggetti da foto di maestri riconosciuti come ha fatto con MARY ELLEN MARK sei solo un volgare LADRO. Altro che Story Hunter: quella è l’ennesima presa per il culo da parte di un arrogante e perseverante TRUFFONE. CIARLATANO. LADRO.
Non mi importa se non siete abituati a questo sui blogs. Qui diciamo solo la verità, e la diciamo forte. Mi auguro che la fondazione Mary Ellen Mark si muova legalmente contro questo piccolo uomo.
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...