Perchè abbiamo ancora bisogno di gruppi dove postare foto?

Stamattina, nel gruppo che amministro su fb, dopo l’ennesima riflessione di un utente, ho pubblicato:

OK. Facciamo una pausa di riflessione per questo gruppo. Dove stiamo andando con postare foto su foto, che si vorrebbero street, ma che il più delle volte, credete a me, non lo sono affatto?

O qualcuno ancora crede che il termine “street photography” sia da intendere nella sua accezione letterale? No, perchè, ditecelo, e in quel caso vi invitiamo a documentarvi di più, leggendo e conoscendo di più sulla storia e l’estetica di questo genere, evitando così di continuare a postare forsennatamente in un atto maniaco compulsivo così frequente nel mondo social di oggi.

Oggi, dunque, ci fermiamo di nuovo, a seguito, non lo nascondo, dell’ennesima richiesta. E avremmo modo per riflettere un pò, magari rispondendo a questo post. Perchè oggi l’atteggiamento maniaco compulsivo è perpretato ogni santo giorno dall’ennesimo collo piegato per vedere lo schermo lcd di uno smartphone, o per farsi l’ennesimo, inutile, egocentrico e patetico selfie, e si, anche per postare senza soluzione di continuità foto su foto in cerca di likes e approvazione.

Fermiamoci perchè capita, di confrontarmi con molta gente che ha sempre in bocca ‘sta definizione…street photography, ma poi mi rendo conto nel giro di due minuti che quella persona di street photography ne sa poco o nulla, e toh, qualcuno arriva pure a proporre workshops, con quella evidente ignoranza e scarsa padronanza del genere.

E ora, mi immagino, potrebbe anche arrivare qualcuno a criticarmi, o a dire di spiegare per l’ennesima volta cosa sia dunque una foto street…e allora dico pure basta. Basta perchè io dico sempre la verità e la verità è che non ho tempo per pensare di tornare a controllare foto in un gruppo su fb. Non ho tempo nè voglia.

Tempo fa creai una pagina omonima per proporre contenuti. Credo che quella sia la miglior via. Qui, invece, rischiamo solo di confondere le idee e, come già è accaduto, essere sommersi da foto su foto, frettolose, dimenticabili e soprattutto, NON STREET.

Adesso, che parta il dibattito.

La mia domanda, a questo punto, però è addirittura un’altra: ma davvero abbiamo bisogno di gruppi dove postare foto? Per cosa? Per ricevere un feedback al 99.99% inutile perchè edulcorato o addirittura vitaminizzato dall’esposizione web? Per spingere l’ego? Per dare un senso al nostro fotografare? Ecco, io ragionerei proprio sulle motivazioni che spingono tante persone a postare in mila gruppi tutti i giorni…

Cosa stiamo vedendo? E soprattutto come stiamo vivendo la fotografia? Per me, ovviamente, come sapete è un lavoro. Con la fotografia ci vivo e e faccio vivere la mia famiglia. L’esigenza di un fotografo commerciale, è certamente diversa. Da qui, credo, nascono anche certe incomprensioni del passato. Ma un fotografo che lavora ragiona anche, o meglio, deve ragionare, in un modo diverso da chi vive la fotografia come un passatempo.

Quando creai un blog, feci l’ingresso nei social media e nella rivista Burn, fu la cosa più naturale per me. Lavorare con le riviste era innaturale, era una sofferenza. Qualsiasi fotografo ve lo dirà: era tutta una questione per entrare ed essere pagati. Non ho fatto niente di diverso da quando ero un ragazzo. Comunque ho sempre scattato fotografie ogni giorno, quindi sono stato molto prolifico. Ho sempre avuto un diario visuale, è nella mia famiglia e nel mio sangue “. – David Alan Harvey

Adesso, però, qualcuno si è messo in testa che si possa diventare fotografi postando foto su un gruppo. Qualcuno è davvero convinto che possa imparare da un gruppo su un social network.

Ora, non dico di no, su un social puoi fare anche begli incontri, incontrare anche un fotografo che dinteressatamente ti darà qualche prezioso consiglio, ma quando lo farà, se lo farà, sarà in forma privata e possibilmente a quattrocchi. Quando non era ancora tempi di social ma di forum su internet, io ho incontrato pure qualcuno che mi ha fatto da mentore, qualcuno tra questi anche inconsapevolmente, pensate un pò. Ma l’evanescenza del social è palese il più delle volte, e anche se si, ho trovato perfino clienti su facebook e twitter, niente può cambiare lo stato delle cose: il mondo reale è diverso.  Quindi, al massimo, si può sconfinare dal virtuale nel reale, ma solo in quel momento la cosa diventa, appunto, reale.

Oggi, ogni giorno, assistiamo a svariati tentativi di reclamizzare noi stessi. Niente di male, per carità. A patto che non si pensi che una frase a cacchio con fondo colorato possa cambiare lo stato delle cose. Tanto per fare un esempio: hai voglia a dire e attaccare qualcuno, magari con un messaggio fintamente indiretto, se come fotografo poi non hai forza. Perchè l’unica forza di un fotografo sono le proprie foto. Il resto è appunto montarsi o gonfiarsi, magari qualcuno come te che applaude lo trovi pure, ma poi? Senza un portfolio degno di questo nome, DOVE CAZZO VAI?

Oggi però si son perse anche le buone maniere, figuriamoci. Si è pronti a fare nomi e cognomi, si, ma solo nel momento n cui la persona attaccata non può difendersi e controbattere. Viva il mondo dei gruppi chiusi e segreti su facebook, dove sappiamo, vivono e si riproducono veri uomini. Quelli che se li becchi per strada li fai correre, perchè non sono mai stati picchiati da piccoli e dunque, temono le botte. Temono le botte, ma dietro una tastiera imperano come dive.

Il punto di questo articolo, ritornando alla domanda: a che cosa servono i gruppi per postare foto? A me no, per nulla. E a voi? Rifletteteci. Dopo aver risposto si o no, provate anche a tirar fuori un perchè? Non è che è diventata solo una necessaria abitudine? Un pò come quella di Sophia, con la h aspirata, che si fa i selfies nel cesso…

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...