Soggetto empatizzante

Abbiamo così tante volte ripetuto quanto la psiche giochi un ruolo fondamentale per la nostra fotografia, e quante volte abbiamo detto o letto che l’empatia sia importante per arrivare a comprendere temi e soggetti? Si, ma siamo sicuri che tutti comprendano il suo significato? O piuttosto si ripete a memoria, come una preghiera?

Il rapporto emozionale di partecipazione. Se lo chiamiamo così assume già un significato che richiama al coinvolgimento. E del resto…

Se saprai sorridere con chi sorride, piangere con chi soffre, e saprai amare senza essere riamato, allora, figlio mio, chi potrà contestarti il diritto di esigere una società migliore? Nessuno, perché tu stesso, con le tue mani, l’avrai creata! – Tommaso da Kempis

Scrivo quest’articolo a causa di una riflessione fatta mentre vagavo per le strade di Oaxaca. Mi sono ritrovato al Zocalo della città, che è stato riconosciuto come patrimonio dell’umanità e di cui David Alan Harvey ha detto trattarsi di una delle più belle piazze del mondo. Non è un caso. La piazza è un contenitore delle più distinte umanità, in cui razze e classi sociali di ogni tipo si mescolano, senza soluzione di continuità.

Ieri mi sono mangiato una empanada per strada. E oggi una tlayuda. Direte che c’entra…c’entra perchè in entrambi casi ho evitato i classici comedores, scegliendo al loro posto, venditori agli angoli di strada, che si mettono con un pentolone, o col carbone e una piastra e te la preparano lì. Ho mangiato quello che mangia la gente del luogo, evitando i locali per turisti. Che già il mercato è qualcosa di distinto dai locali un pò chic che si incontrano anche qui a Oaxaca, ma la strada è ancora di più.

Quando non cucino io a casa, andiamo a Città del Messico al mercato, o in posti che preparano in strada le cose da mangiare. Per me, questo voglio dirvi, non è una novità, ma il mio vivere quotidiano. Ho imparato a mie spese, quando arrivai che è meglio mangiare in un mercato o in qualche posto (se non conoscete assicuratevi che ci siano molte persone a mangiarci) che in quelle catene di ristoranti.

Tutto questo c’entra con l’empatia in fotografia? Certo che si. Vi faccio un altro esempio: quando arrivai (ritornai) a Città del Messico nel 2010, lavorai part time come insegnante di Italiano a Chrysler. Mi raccontarono che c’erano dirigenti americani (loro si gringos) che vivevano da 20 anni in Messico e non apprenderono mai lo Spagnolo. Vivono nelle loro ville de Las Lomas (una specie di Beverly Hills messicana) e non vivono per nulla la città. Questo spiega come non abbiano bisogno di apprendere la lingua ufficiale del Paese che gli offre ospitalità. Loro non si integreranno mai. Loro, probabilmente, si sentiranno perfino superiori. In base a cosa è difficile comprenderlo. Per me uno che vive in un altro Paese e non fa nulla per integrarsi è uno stronzo.

Questo per dirvi, che per essere soggetto empatizzante, per fare in modo che la propria fotografia sia espressione di questo e che quindi venga proiettata nell’immagine a beneficio di chi osserva, è necessario essere un individuo che abbia questa qualità umana.

Per quanto riguarda la lingua: certamente per un Italiano è più semplice. Almeno per me lo è stato. A differenza de los gringos io parlo senza un forte accento straniero, e non è stato necessario per me andare ad una scuola di lingua. Tutto è stato grazie al parlarlo con mia moglie e con la gente qui. Un’altra cosa che mi sta a cuore dire: le persone del mercato mi adorano. Questo lo dice mia moglie, e dice che questo è dovuto al fatto che io non sono una persona chiusa o peggio, una di quelle persone che pensa di essere superiore rispetto a chi lavora al mercato. Incredibile, lo so, ma c’è gente fatta in quel modo, e che pensa di essere superiore ad altri per questioni di classe sociale  professione esercitata: spazzatura. Come spazzatura sono coloro che pretendono di essere chiamati Dottori o Avvocati. Credetemi: cagano anche loro nello stesso modo.

Ecco, forse anche da questi discorsi si può comprendere come un soggetto possa essere empatizzante. Se per voi è così o anche se non è così, fatemi conoscere la vostra opinione.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...