Facile e inadeguato

Faccio mie le parole di un amico che presto pubblicherà un’ intervista che mi ha fatto, che parla di “modelli facili e inadeguati” con riferimento a certi esempi di fotografia che vengono oggi presi come riferimento.

Bisognerebbe fare molta attenzione con quelli che hanno poco da dire e poco dicono,  eppure la loro esposizione nella rete social li ha elevati a chissà cosa. Oggi vediamo, purtroppo, foto di altri utilizzate come soggetto principale della foto. Ma il merito non è tuo, se non di quel fotografo, e l’unico motivo perchè quella foto forse è premiata è dovuta all’ignoranza di chi riveste il ruolo di curatore, non certo di un’immagina banalissima in cui però viene utilizzata la forza della foto fatta dall’autore originale.

O, altro esempio che si è visto proporre, l’accostamento di due nuvolette. O l’accostamento di due colori. Il dinosauro gru meccanica in silhouette. Il piattume di idee elevato a materiale da mostra. Si eleva, direi, l’assenza di una vera cultura visuale cosí chiaramente esibita in giochini per deficienti a chissà quale genialata fotografica.

Il facile e inadeguato è oggi, appunto, modello. Un riferimento per coloro che, poverini, non supportati da un’ adeguata conoscenza visuale pensano che quel ciarpame sia fotografia. Il facile e inadeguato è supportato dai clubbetti e dalle conventicole, da coloro che pur di andare ad un festival sono pronti a rimangiarsi tutto quello che di male pensavano su certi incapaci, che nel frattempo sono diventati organizzatori di festivals, e dunque è meglio, secondo loro, farseli amici.

Ma se lí possiamo arrivare perfino a comprendere (non a condividere) la ragione opportunistica e assai poco etica, il facile e inadeguato è pericoloso per coloro che appunto decidono di praticarlo, dopo averlo preso come riferimento. Perchè invece di puntare allo studio e alla crescita, con pazienza, disciplina e determinazione, si punta a tutto e subito, scansando la fatica, per risultati immediati, e non importa quanto in realtà questi siano pochi e mediocri.

Ma non voglio apparire troppo amaro: per fortuna ci sono tanti esempi di gran bella fotografia, fotografia che vale, in giro. I fotografi che sono stati intervistati e che presto Domenico pubblicherà sono tutti dei grandissimi che stimo molto e alcuni da quasi un decennio. Poi, di recente, ho creato un gruppo dedicato al ritratto dove sto scoprendo dei talenti che non conoscevo, tipo una ragazza di Roma, autodidatta, di soli 19 anni, che è già bravissima.

Il facile e inadeguato esiste. Ma è destinato comunque alla pattumiera, anche se oggi magari festeggia una mostra. Il tempo aggiusta tutto. E noi siamo pazienti.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.